LE ISCRIZIONI VERRANNO APERTE A GENNAIO 2021. SIAMO IN ATTESA DI CAPIRE SE IL PROSSIMO ANNO SI POTRANNO FARE O MENO I WORKSHOP IN PRESENZA.

“un ponte ‘na cae” (un ponte, una calle)

docente – Barnaba Salvador

tecnica – acquerello

livello – livello intermedio

Contenuti:
I colori della città lagunare tra luci e ombre che ne scolpiscono i volumi ed atmosfere rarefatte che ne ammorbidiscono i contorni.
Architetture, imbarcazioni, riflessi… i soggetti non mancano ed offrono di volta in volta spunto per affrontare nuove tematiche e nuove sfide nell’approfondire la tecnica dell’acquerello.

Materiale:
il materiale verrà comunicato agli iscritti

Lingua parlata:
Italiano

quando? 
corso settimanale
giovedì dalle 20:30 alle 22:30
8 lezioni
23 settembre – 30 settembre – 7 ottobre – 14 ottobre – 21 ottobre 2021 – 28 ottobre- 4 novembre- 11 novembre

dove? 
Onda LAB – Via Cardinal Callegari 37 – 35132 PADOVA
La sede è attrezzata con tavoli individuali e monitor dove poter vedere la dimostrazione dell’artista.
150 mq completamente ristrutturati, 2 servizi igienici, accesso ai disabili e ricambio d’aria forzato.

Come arrivare?
In treno:
Uscire dalla stazione e sulla destra prendere il tram direzione nord (passa ogni 6 minuti) Scendere alla fermata San Carlo. Da lì ci sono circa 600 mt a piedi.

Tram ed autobus:
Tram fermata San Carlo (600 mt a piedi)
Autobus linea 15 e linea 24 (fermata di via Callegari)

In auto:
5 km da Padova Ovest: seguire direzione fiera /via Plebiscito. Segui Via Plebiscito 1866 e alla seconda rotonda giri a destra per via Callegari.
6 km da Padova EST : Prendi Tangenziale Nord in direzione di Via Plebiscito 1866. Prendi l’uscita verso Vigodarzere/Centro da Tangenziale Nord – Segui Via Plebiscito 1866 e alla seconda rotonda giri a destra per via Callegari.

Parcheggio di fronte alla sede o nelle immediate vicinanze

Contributo
150,00 euro

Il laboratorio è riservato agli associati. Modalità per associarsi

Come iscriversi?
compilando il modulo alla fine di questa pagina

Docente

All’età di 8 anni nomade tra Tamanrasset e Djanet, Sahara algerino.
Era il 1980. Impara “sul terreno” la vita nel deserto, le tradizioni, le piste, le tracce sulla sabbia… Poi è la volta del Mali.
Comincia allora una lunga storia di viaggi in cui alterna il lavoro di grafico con quello di tour leader unendo così le sue due grandi passioni nei carnet de voyage.
Grazie al lavoro di programmatore e guida turistica ha avuto modo di vagabondare in Cameroun, Libia, Argentina, Madagascar, Tchad… visitandoli più volte e scoprendone così man mano la personalità, le genti e le curiosità ed arricchendo di volta in volta i propri carnet.