LABORATORIO DI SCULTURA IN FIL DI FERRO
CON GIOVANNI PINOSIO

“Far filò” ovvero stare insieme, condividere, chiacchierare. E come non farlo se non in un momento ricreativo in cui poter apprendere un’ arte, un mestiere?
“FAR FILO’- Decor” è il primo di una serie di  workshop  sulla scultura in filo di ferro curati da Giovanni Pinosio, scultore laureatosi all’ Accademia di Belle Arti di Venezia.
In questa prima parte di lavoro protagonista è il disegno e in particolar modo la linea, una linea continua,  unica, funzionale alla descrizione semplice e immediata di  oggetti che vengono poi tradotti con il filo.
Attraverso intrecci e nodi prenderanno forma scritte, oggetti, piccole decorazioni che ogni allievo porterà a casa come ricordo di un momento di condivisione e apprendimento. 

Prerequisiti per la partecipazione: nessuno

Materiale didattico: il materiale è compreso nella quota di partecipazione

Data: domenica 1 marzo 2020 – 9:30- 13:30

Prezzo: euro 50,00

Orario
9:15 arrivo e registrazione dei partecipanti
9:30 inizio del laboratorio
13:30 termine attività

Luogo: Padova

Numero max di iscritti: 8/10

Il laboratorio è riservato agli associati. Modalità per associarsi

Scultore, graphic designer e cantante.
Nasce a Mestre nel 1991.
Ha ottenuto la laurea in arti visive e dello spettacolo presso l’Accademia di Belle arti di Venezia nel 2017 e ha frequentato il corso di Graphic Design presso “Mind Academy” di Padova nell’anno accademico 2018 – 2019.
Durante gli anni di frequentazione all’ Accademia ha scoperto e approfondito la scultura in filo di ferro specializzandosi nella realizzazione di oggetti e corpi.
Linguaggio essenziale, senza forzature e appesantimenti superflui, la scultura in filo di ferro lo rimanda dal disegno, in particolare quello anatomico, alla scultura e viceversa.
Questa poetica lo porta a creare e produrre anche piccoli oggetti di artigianato artistico.
Dal 2016 organizza workshop per adulti e bambini, con l’obiettivo di avvicinare l’allievo adulto alla scultura in filo di ferro, e il bambino alla pratica artistica attraverso sperimentazioni pittoriche e scultoree.
Ogni incontro lo intende come momento di condivisione e apprendimento.
La sua attività artistica conta partecipazioni a premi  ed esposizioni personali e collettive.
Vive e lavora  a Venezia.